Pappagallo Ondulato - prima parte-

Di: Carlo Balestrazzi - Foto: Hobby Uccelli - Pubblicato il: 22/06/2012

Le diverse razze di pappagalli ondulati

Gli Ondulati si distinguono in due razze: Ondulati Taglia o Razza Inglese, contraddistinti da una taglia maggiore, di circa 23 - 25 cm., e Ondulati di Colore, più piccoli (18 cm.).

I colori sono gli stessi per tutte e due le razze, in realtà la vera differenza è nella taglia e nel portamento, ma, mentre nel caso degli Inglesi il colore, pur essendo ovviamente ben visibile, non è la caratteristica di spicco, e non viene valutato in sé, ma fa comunque categoria, nell'Ondulato di Colore esso deve invece essere quanto più vicino a ciò che viene richiesto dallo standard.

Non giova in nessun caso l'incrocio tra le due razze, se si esclude la possibilità di introdurre di quando in quando del sangue Inglese in ceppi di colore per mantenere la taglia, pratica comunque inutile se l'allevamento è fatto con cura (inoltre l'introduzione di sangue Inglese fa crescere la taglia, ma peggiora i marchi ed i segni del sottogola, fondamentali in un soggetto di Colore).

Alimentazione dei pappagalli ondulati

L'alimentazione degli Ondulati teoricamente può comprendere anche solo semi secchi, anche per la riproduzione, dato il "latte" da essi prodotto, ma è comunque meglio somministrare anche frutta fresca e verdura, provando un po' di tutto e dando quello che viene appetito, durante l'inverno sono molto graditi ed utili anche i semi di girasole frantumati.

Vi è chi ritiene che abbiano anche bisogno di un apporto proteico, io ho sempre somministrato loro, specialmente durante l'allevamento dei piccoli, qualche biscotto all'uovo e pastoncino per pappagallini, con evidente soddisfazione dei miei soggetti. sempre grit e osso di seppia a disposizione.

Attenzione all'ingrassamento, i pappagallini possono diventare vere botticelle di grasso, perciò è meglio almeno per parte dell'anno ricoverarli in voliera.

E' da evitare, invece, la diffusa pratica della riproduzione in voliera, che non consente di assortire le coppie in modo serio e logico, ma lascia al caso ed al capriccio degli uccelli la selezione. Non hanno bisogno di riscaldamento invernale, ma è meglio offrire comunque dei ripari dal vento e dalla pioggia.

L'ideale sono voliere ben protette o stanze non riscaldate.

Fine prima parte.

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse