Pappagallo Ondulato - prima parte-

Di: Carlo Balestrazzi - Foto: Hobby Uccelli - Pubblicato il: 22/06/2012

Aspetto e caratteristiche dei pappagallini ondulati

Sono uccelli robustissimi, resistenti a quasi tutto, ma spesso sopravvivono anziché vivere, dato che per loro la qualità dell'ambiente è altrettanto importante della qualità del cibo.

A causa della loro non comune intelligenza, sono estremamente curiosi, ed hanno bisogno di sentirsi a loro agio.

La loro vita, allo stato selvatico, è condizionata molto più dalle risorse alimentari e idriche che non dalle temperature ambientali.

Vivono in stormi molto numerosi, ed hanno un comportamento se non proprio sociale, almeno parecchio interdipendente.

L'unità base del loro raggruppamento sociale è la coppia, sono uccelli monogami, le coppie durano molto a lungo, potenzialmente per tutta la vita, con qualche eccezione. Se allevati in colonia in ampie voliere, infatti, non sono rarissime le scappatelle extraconiugali, soprattutto da parte dei maschi, o almeno i tentativi di scappatella.

Esiste un dimorfismo sessuale molto evidente, il maschio possiede la cosiddetta cera, cioè quella protuberanza sopra al becco in cui sono site le narici, di colore blu, mentre la femmina marrone o rosa.

Anche la forma della testa è diversa, anche se non è facile spiegarlo, lo sguardo, l'atteggiamento, tutto fa sì che una persona che li alleva da tempo veda a colpo d'occhio se si tratta di un maschio o di una femmina. Inoltre, quando li si prende in mano, il maschio accenna deboli colpi di becco che non farebbero male a nessuno, mentre la femmina pianta di quelle beccate micidiali, spesso da far sanguinare un dito al malcapitato. Quindi è buona norma tenere sempre ferma la testa dell'esemplare con due dita, quando è femmina o si è incerti del sesso, come nei giovani, se non si vuole finire al Pronto Soccorso a farsi medicare.

Il colore della cera definitivo appare con la maturità sessuale, non prima, ma quando il colore diventa definitivo si vede anche chiaramente la differenza di comportamento tra i maschi e le femmine. La femmina di cocorita ha un atteggiamento apparentemente più passivo, mentre il maschio ha un fare più spavaldo, inoltre è sempre il maschio ad intavolare conversazione con le femmine.

Se la femmina è fatta oggetto di corteggiamento da parte del maschio, e non prende l'iniziativa direttamente, ha però un modo tutto suo di farsi notare, lanciando furtive occhiate al maschio, senza nulla da invidiare alle signorine umane.

Il corteggiamento non ha immediatamente finalità riproduttive, il primo passo nella specie è senz'altro il matrimonio, o almeno la formazione di una coppia stabile nel tempo. L'accoppiamento vero e proprio è a sola discrezione della femmina, che si concede al maschio solo quando a suo parere ciò che la circonda è di sua piena soddisfazione.

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse