Valutazione degli escrementi (caratteristiche fisiche degli escrementi e loro significato clinico)

Di: Biagio D'Amore - Foto: - Pubblicato il: 18/03/2007

Gli escrementi degli uccelli, poiché le feci ed urine vengono accumulate in cloaca ed emesse simultaneamente, sono composti da diverse frazioni:

  • una porzione compatta, centrale, di colore variabile dal verde al marrone (componente fecale);
  • una porzione pastosa e biancastra periferica (urati);
  • una porzione liquida ed incolore (urina).

Gli escrementi di uccelli sani sono generalmente inodore con un valore di pH compreso tra 6,5 e 7.

La valutazione delle caratteristiche fisiche degli escrementi (consistenza, colore, odore, volume) permette di ottenere importanti informazione sullo stato di salute del volatile in particolare a riguardo delle funzioni gastroenteriche, renali ed epatiche.

Oltre alle condizioni di salute dell’animale altri fattori (specie, età, stato riproduttivo, alimentazione, disponibilità di alimenti e bevande, farmaci) possono influenzare le caratteristiche fisiche degli escrementi.

Bisogna, inoltre, tener conto che nell’arco della giornata gli uccelli possono deporre escrementi dalle caratteristiche diverse (quelli deposti al mattino sono, ad esempio, più voluminosi).

La valutazione degli escrementi viene completata dall’esame microscopico delle feci per la ricerca dei parassiti (osservazione diretta o dopo arricchimento) e per verificare la flora batterica intestinale (striscio fecale su vetrino colorato col metodo di Gram).

Tabella Riassuntiva

Escrementi scarsi e secchi: scarso appetito, privazione di cibo ed acqua.

Feci assenti; presenza di sole urine ed urati: occlusione intestinale, ritenzione dell’uovo.

Feci ben formate verde scuro: normale in uccelli alimentati con semi.

Feci scarse; urati molto abbondanti: dieta iperproteica, costipazione.

Feci voluminose, compatte, marroni con urina abbondante: normale in uccelli alimentati con estrusi

Feci voluminose, untuose, pallide o brunastre: normale in uccelli che si cibano di lamponi, more,mirtilli, bacche, ecc.

Feci ben formate di colore rosso-arancio: normale in uccelli con dieta a base di carotenoidi per colorare le piume.

Feci molli e voluminose, urina abbondante: normale in uccelli alimentati con molta frutta, nei nidiacei e nelle femmine in cova.

Feci voluminose con alimento indigerito: malassorbimento, enteriti, gastriti, parassitosi, malattie pancreatiche, degenerazione epatica, ipersensibilità ad alcuni cibi, ingestione di sostanze oleose, corpi estranei, allergie alimentari, carenza di vit.E o Selenio.

Feci acquose: normale negli uccelli alimentati con diete liquide e negli uccelli frugiveri.

Feci acquose con bolle di gas: diarrea (enteriti).

Feci molli verdastre, urati gialli-verdi-marroni: epatopatie (malattie infettive, tossicosi, malnutrizione).

Feci e/o urine con sangue: epatopatie, coagulopatie, enteriti, malnutrizione, lesioni renali, delle gonadi, dell’ovidotto o della cloaca.

Feci nere: melena (emorragie gastriche od intestinali).

Feci ben formate ed urati giallastri: somministrazione di vit.B o pigmenti vegetali.

Urati e/o urine rosso-ruggine: avvelenamenti da piombo.

Urina molto abbondante diabete, nefropatie, tossicosi, alcuni farmaci (aminoglucosidi, corticosteroidi, amfotericinaB)

Normale in uccelli spaventati od eccitati.

Urine verdi epatite iniziale.

Urine gialle: epatopatie avanzate (ittero). Assunzione di vit.B.

Urine color mostarda od arancio: grave compromissione epatica.

Bibbliografia: "Medicina degli Uccelli da Gabbia" Autore Dott. G. Conzo

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse